.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


 

 


 

  

 

 

 

 

Considerazioni..
31 agosto 2011
Da una frase di Bukowski è nata una mia considerazione a caldo, scritta di getto.

La frase è:  "Come fai a dire che ami una persona, quando al mondo ci sono migliaia di persone che potresti amare di piú se solo le incontrassi? Il fatto é che non le incontri"

Io ritengo che purtroppo (o per fortuna) coi "se" e coi "ma" non si può vivere serenamente perchè si vivrebbe sempre in una sorta di limbo e di insoddisfazione, sempre nell'attesa di quel qualcosa in più che puntualmente non arriva. L'uomo, si sa, è insoddisfatto per natura, brama una cosa al punto tale da farne un'ossessione e appena la ottiene non la vuole più e continua a cercare altro. Crede che la felicità sia raggiungere un determinato stato esistenziale e poi, se e appena lo si raggiunge, cerca sempre altro. E' un dato di fatto. Generalmente siamo insoddisfatti, chi più e chi meno e c'è chi, magari, sarà un'eccezione. Certo, questo è un discorso troppo generico, bisognerebbe scendere nel particolare e sul personale ma sinceramente ritengo che anche nell'ambito "amore" questo non si discosti molto dall'essere reale e se pensi che ami una persona ma forse (e già quel forse è quanto dire) potrebbe essercene un'altra che potresti amare di più o che potrebbe amarti di più (o diversamente) allora bisogna porsi il problema che c'è un problema (scusate il gioco di parole). Se la considerazione lascia il tempo che trova, ci sta che si possa fare.. se ne dicono tante di cose.. ma se pensare che "c'è sempre qualcosa (o qualcuno) di migliore diventa una sorta di fissazione, allora sarebbe meglio riflettere un pò sia sull'amore in sè per sè, sia sulla nostra persona perchè questo discorso potremmo farlo per tutti gli ambiti. Se oggi non fossi uscita, sarebbe (o non sarebbe) potuto succere quello o quell'altro.. Se avessi cambiato strada.. Se avessi risposto al telefono, se fossi nata da altri genitori, se non fossi italiana, se fossi uomo, se avessi due figlie femmine, se fossi diversa da quella che sono.. Credo che impazziremmo! Personalmente anche io a volte mi sono chiesta se da qualche parte, nel mondo o più semplicemente dietro l'angolo esiste una persona che mi completa più di quanto non lo faccia già mio marito o di quanto non credevo che facesse il mio ex ragazzo o altre domande simili, ma la risposta è una sola: NON C'E' RISPOSTA. Bisogna vivere tutto alla giornata, come viene, senza farsi paranoie e soprattutto SENZA ACCONTENTARSI. Non c'è niente di sicuro a questo mondo, davvero.. niente.. Tutto può cambiare in un attimo e tutte le certezze possono crollare, anche quelle che credevamo più solide e sulle quali abbiamo possibilmente costruito un'intera vita. Niente è sicuro, niente.. (solo la morte mi viene da dire) ma noi non dobbiamo vedere il lato negativo di questa cosa, dobbiamo solo riflettere sul fatto che abbiamo una sola vita e quella ci dobbiamo tenere (e godere) e fare di tutto per essere, non dico felici, ma almeno sereni e fare quello che ci fa stare bene.. Se stiamo con una persona che ci fa venire mille dubbi.. allora non è la persona giusta per noi, a prescindere da quante altre persona ci siano al mondo in grado o meno di amarci e appagarci. Se invece ci sentiamo totalmente complete con una persona, con tutti i suoi pro e contro, allora il dubbio non ce lo poniamo proprio.. Se poi si presenta una situazione che invece ci fare venire il dubbio, allora, solo a quel punto, ci pensiamo. E' inutile fasciarsi la testa prima di romperla o filosofeggiare su queste frasi che ci fanno entrare possibilmente in crisi. Non si vive aspettando... Chi vive aspettando non vive, è già morto in partenza.



permalink | inviato da animafragile il 31/8/2011 alle 18:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno